Problemi al termostato auto? Possibili cause e soluzioni

Il motore si scalda troppo in fretta o non raggiunge affatto la temperatura? Allora il termostato potrebbe essere difettoso. Oltre ai tipici sintomi di un termostato guasto, informiamo qui sul funzionamento del componente, le cause e le conseguenze di un difetto e i costi di un’eventuale sostituzione del termostato difettoso.

Cosa fa un termostato e come funziona?

Il compito del termostato è quello di regolare la temperatura dell’acqua di raffreddamento: Dovrebbe portare rapidamente il motore alla temperatura di esercizio ottimale e mantenerlo costante. A questo scopo il termostato dispone di un doppio circuito dell’acqua di raffreddamento, uno piccolo e uno più vasto. 

Se il motore viene avviato da freddo, il termostato è inizialmente chiuso e l’acqua di raffreddamento fluisce solo nel circuito più piccolo (l’acqua fluisce solo attraverso il motore). Questo permette al motore di raggiungere più rapidamente la temperatura di esercizio, mentre il liquido di raffreddamento rimane nel radiatore per il momento. Tra i componenti essenziali del piccolo circuito di raffreddamento ci sono la pompa dell’acqua, lo scambiatore di calore per il riscaldamento all’interno e il blocco motore stesso.

Disegno schematico del motore dell'auto.
Il termostato si trova sul motore.

Quando la temperatura di esercizio del motore viene raggiunta, il termostato si apre e il circuito del radiatore si collega al piccolo circuito di raffreddamento: Questo è chiamato il grande circuito di raffreddamento. 

Per regolare il flusso dell’acqua di raffreddamento e quindi la temperatura del motore, ci sono essenzialmente due tipi di termostati: il termostato classico, che controlla il flusso dell’acqua di raffreddamento per mezzo di un elemento di espansione, e il termostato controllato da una mappa, che ha un attuatore elettrico. 

Ciò che entrambi i tipi di termostato hanno in comune è che hanno una piastra a molla. Queste piastre aprono o chiudono il percorso tra il circuito di raffreddamento piccolo e quello grande. Quando è freddo, la piastra a molla chiude il percorso verso il raffreddatore dell’acqua di raffreddamento. Quando l’acqua di raffreddamento raggiunge la temperatura di apertura del termostato, l’elemento di espansione o l’unità di controllo del motore apre la piastra tramite l’attuatore elettrico e quindi apre la via per l’acqua di raffreddamento. Questa chiusura e apertura avviene ogni volta che la temperatura scende al di sotto o raggiunge la temperatura di apertura. 

Quali sono i sintomi di un termostato difettoso?

In sostanza, ci sono soltanto due segni chiari di un termostato difettoso. O il motore raggiunge la temperatura di esercizio troppo rapidamente, oppure non la raggiunge affatto (o molto lentamente, durante un lungo viaggio ad esempio). In entrambi i casi il termostato è bloccato: In un caso il termostato è permanentemente chiuso e nell’altro il termostato è permanentemente aperto. Questi problemi possono verificarsi sia con il termostato classico che con il termostato controllato dalla mappa 

Per poter rilevare uno di questi casi, il quadro strumenti deve avere un indicatore della temperatura dell’acqua di raffreddamento. Se manca il display, il difetto viene spesso notato troppo tardi. Nel caso in cui l’acqua di raffreddamento diventi troppo calda, ogni sistema di raffreddamento è dotato di una valvola di scarico della pressione attraverso la quale la pressione viene rilasciata sotto forma di vapore acqueo. Questa valvola di sicurezza si trova di solito nel coperchio del vaso di espansione o nel coperchio del radiatore. Al più tardi quando il vapore acqueo viene rilasciato, la spia rossa del liquido di raffreddamento nel quadro strumenti dovrebbe iniziare a lampeggiare, causando l’arresto del veicolo. In rari casi, la ventola del radiatore riesce a compensare un termostato bloccato e chiuso. Il difetto si riconosce dal fatto che si sente il rumore della ventola in funzione constantemente. Altrettanto raro è il fatto che un termostato bloccato aperto venga notato dalla spia di controllo. Alla lunga la spia potrebbe accendersi per malfunzionamenti alla sonda lambda e/o al catalizzatore poiché non riescono a funzionare normalmente on temperature basse.

Thermostat kaufen
  • Risparmia fino all’80%
  • Team di supporto per verificare la compatibilità 
  • Compara e ordina su un unico portale
Trova qui un nuovo termostato per la tua auto! 

Quale può essere la causa di un difetto del termostato? 

La causa più comune di un termostato permanentemente aperto è un pistone bloccato. Anche la corrosione danneggia il termostato e può portare ad un difetto. Occasionalmente anche un oggetto estraneo inceppa il termostato aperto in modo che non possa più chiudersi quando si raffredda. Se la piastra a molla del termostato è sostenuta non solo dal termostato stesso, ma anche dall’alloggiamento del termostato, spesso accade che i supporti sull’alloggiamento si rompano, in modo che il pezzo si blocchi solo allentando il flusso dell’acqua di raffreddamento.

Con il tempo, anche la guarnizione all’interno dell’elemento di espansione perde, permettendo alla cera, che è il materiale di espansione vero e proprio, di fuoriuscire. Di conseguenza, l’elemento non ha più abbastanza cera per espandersi e il termostato rimane chiuso.

Per i termostati controllati tramite mappa, la causa più comune è un attuatore elettrico difettoso. Con il tempo, può capitare che l’acqua di raffreddamento entri nell’attuatore, paralizzandolo 

È possibile continuare a guidare con un termostato difettoso?

Caso 1: Il termostato non si apre

Il peggior caso di un termostato che non si apre più è il danneggiamento del motore dovuto al surriscaldamento. I motori più vecchi avevano blocchi piccoli in ghisa e testate in alluminio. Non erano in grado di resistere al surriscaldamento e le guarnizioni delle testate si rompevano rapidamente a causa del surriscaldamento. I motori moderni, in cui sia il blocco motore che la testata sono fatti di una lega di alluminio, possono sopportare molto meglio il calore maggiore. 

Un tubo dell’acqua di raffreddamento scoppiato o la rottura della flangia di plastica dell’acqua di raffreddamento può portare ad un brusco svuotamento del sistema di raffreddamento e può anche causare il grippaggio del pistone a causa del surriscaldamento. L’acqua di raffreddamento fuoriesce lentamente attraverso la valvola di scarico della pressione oppure una guarnizione in gomma cede lentamente e l’acqua di raffreddamento gocciola gradualmente. Oggigiorno questo scenario diventa sempre più raro.

Caso 2: Il termostato non si chiude

All’inizio, un termostato permanentemente aperto appare meno drammatico. Le conseguenze però sono molto più insidiose. Se il motore non caldo come dovrebbe, tutti i componenti meccanici sono soggetti ad una notevole usura, in quanto tutte le dimensioni di montaggio sono state progettate per la temperatura di esercizio, insomma non si espandono come dovrebbero. Inoltre, il motore funziona sempre nella fase di riscaldamento, il che significa che è permanentemente troppo ricco e quindi il consumo di carburante è notevolmente più elevato.

Inoltre, il veicolo potrebbe non soddisfare più la norma sulle emissioni di gas di scarico perché il catalizzatore o il filtro antiparticolato non è più in grado di sopportare i gas di scarico di una miscela ricca e la velocità di conversione non può più essere raggiunta o peggio è intasata.

Che fare con un termostato difettoso?

Se il quadro strumenti è dotato di un indicatore della temperatura dell’acqua di raffreddamento, si può provare a guidare fino all’officina più vicina con un termostato difettoso o che non si apre più. Si dovrebbe sempre tenere d’occhio la temperatura in modo che il motore non si surriscaldi troppo. 

Il seguente comportamento può essere d’aiuto:

  • Parcheggiare il veicolo all’aperto e lasciare raffreddare il motore (è più veloce con il cofano aperto).
  • Impostare la ventola interna su “ECO” o spegnere l’aria condizionata, impostare la temperatura dell’abitacolo e la ventola al massimo per raffreddare il motore..
  • Guidare di notte perché le temperature esterne saranno più basse.
  • Togliere il termostato. 

Se il termostato non si chiude più, potete facilmente completare il viaggio e poi portare il vostro veicolo al garage più vicino. Si deve evitare di guidare solo a pieno carico. La guida a pieno carico può riscaldare ulteriormente il motore e allo stesso tempo l’usura del motore aumenta.

FAQ

Quanto costa cambiare un termostato?

I termostati non sono di solito molto costosi, di solito l’acqua di raffreddamento viene cambiata contemporaneamente. Un’officina può chiedere tra le 100€ e le 400€ per la sostituzione. Mano d’opera inclusa.

Più informazioni »
Comprare termostati »

Quanti termostati ha la mia auto?

Di solito ogni auto ha un solo termostato. Le coupè di altissima gamma a volte hanno due termostati, uno dei quali può essere installato anche nel circuito dell’olio.

Confronta i prezzi dei termostati »

Posso continuare a guidare con un termostato difettoso?

Se il termostato non si apre più, si dovrebbe continuare a guidare solo se non c’è altro modo. Si dovrebbe sempre tenere d’occhio la temperatura. Con un termostato aperto, continuare il viaggio non è affatto un problema.

Confronta i prezzi dei ricambi auto »

A quanti gradi si apre un termostato?

I termostati si aprono solitamente tra 80 °C e 110 °C, a seconda che il sistema di raffreddamento sia non pressurizzato o pressurizzato.

Comprare ricambi auto online »

Ogni auto ha un termostato?

Sì, nel 1928 la Ford Modello A veniva ancora consegnata senza termostato. Qualche anno dopo, però, ogni auto aveva un termostato nel circuito di raffreddamento.

Confronta i prezzi dei termostati »

Da quale produttore devo acquistare il mio termostato?

Produttori di termostati ben noti sono MAHLE, Hella, WAHLER e Valeo.

Confronta i prezzi dei termostati »

Immagine: Matis75/Shutterstock.com


Esonero di responsabilità:

DAPARTO non è responsabile di eventuali lesioni o danni alle cose durante il processo di riparazione o sostituzione per un uso improprio o di un’interpretazione errata delle informazioni fornite. Le informazioni sono fornite a titolo puramente informativo e non possono sostituire uno specialista. DAPARTO non è responsabile per l’uso scorretto o pericoloso di attrezzature, utensili e pezzi di ricambio. DAPARTO raccomanda che tutte le riparazioni siano effettuate con cura e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.

4.5÷5 – (24 votes)