Cambiare il radiatore: individuare e riparare un guasto.

Il vostro motore a volte si scalda troppo e avete già sostituito tutto il sostituibile? Il veicolo sta perdendo refrigerante e non riuscite a capire da dove? Allora forse il vostro radiatore perde o è sporco. In questo articolo spieghiamo come funziona esattamente il radiatore e come è possibile sigillare, pulire e sostituire il radiatore.

Cosa fa il liquido di raffreddamento e come funziona?

Il liquido di raffreddamentofa parte del grande circuito dell’acqua di raffreddamento. È collegato al piccolo circuito dell’acqua di raffreddamento tramite il termostato. Viene quindi fatta passare solo quando l’acqua di raffreddamento ha raggiunto la temperatura di apertura del termostato. 

Rappresentazione schematica del sistema di raffreddamento dell'auto
Il sistema di raffreddamento dell’auto. La freccia blu scuro indica il radiatore, la freccia turchese lo scambiatore di calore.

Ogni veicolo con motore a combustione raffreddato ad acqua ha anche un radiatore per l’acqua di raffreddamento. La funzione di base di tutti i radiatori è sempre la stessa: l’acqua di raffreddamento fluisce attraverso il manicotto nel serbatoio dell’acqua del radiatore e viene distribuita in molti piccoli tubi, le cui estremità conducono nel serbatoio dell’acqua opposto. I numerosi tubi aumentano la superficie dell’acqua e possono rilasciare più calore ai tubi e, in ultima analisi, all’aria ambiente in un tempo più breve. Inoltre, le alette del radiatore tra i tubi supportano la dissipazione del calore.

La dissipazione del calore è favorita dalla maggiore capacità termica specifica del tubo e del materiale dell’aletta. Mentre i refrigeratori di un tempo erano in ottone, i tubi e le alette dei refrigeratori di oggi sono in alluminio e i serbatoi dell’acqua in plastica. 

Nel caso di modelli particolarmente compatti, l’alluminio viene utilizzato anche peri serbatoid’acqua, ma non per i modelli di normali. Qui si distingue principalmente tra due diversi processi di produzione. In un processo di produzione i tubi vengono pressati nella piastra di supporto, nell’altro i tubi vengono saldati. In generale non è possibile rispondere alla domanda se i refrigeratori d’acqua pressati o saldati siano migliori. Si può solo dire che quelli uniti meccanicamente sono leggermente più leggeri di quelli saldati.

Ulteriori informazioni sui componenti e la funzione del sistema di raffreddamento dell’auto.

Come si riconosce un radiatore difettoso, quali sono i sintomi?

Se il radiatore del refrigerante non perde e si possono vedere i residui colorati dell’antigelo, è relativamente difficile individuare un radiatore difettoso. I radiatori sono per lo più calcificati dall’interno e così sporchi dall’esterno che il calore non può più essere dissipato correttamente e si verifica un accumulo di calore. 

Tuttavia, questo si nota solo sotto forma di surriscaldamento del motore in condizioni estreme. Spesso altri componenti, come la ventola elettrica del radiatore, compensano abbastanza bene l’accumulo di calore. Se un aumento della temperatura del refrigerante si manifesta nel quadro strumenti, di solito viene attribuito prima ad un altro difetto, ad esempio nella pompa dell’acqua, nel termostato o nella ventola. 

Le perdite sui radiatori si trovano di solito nella zona del pacco lamellare, cioè quando si guarda attraverso la griglia del radiatore nella zona inferiore, nelle zone stuccate, poiché qui si verifica la corrosione interstiziale, o nel serbatoio dell’acqua quando le guarnizioni cedono o la plastica si infragilisce. Grazie all’antigelo colorato, le perdite sono sempre riconoscibili dai residui colorati.

acquistare un radiatore
  • Risparmia fino all’80%
  • Team di supporto per verificare la compatibilità
  • Compara e ordina su un unico portale
Clicca qui per trovare il radiatore per la tua auto 

Posso continuare a guidare con un radiatore difettoso?

La possibilità di continuare a guidare con un radiatore difettoso dipende sempre dall’entità del difetto. Se il motore diventa un po’ troppo caldo, si può, ad esempio, spegnere l’aria condizionata e portare il riscaldatore a piena potenza per aiutare a dissipare il calore dal sistema di raffreddamento. Osservando la temperatura dell’acqua di raffreddamento, è ancora possibile percorrere una certa distanza. 

Se il radiatore perde e si può osservare lo sgocciolamento dell’acqua, la guida fino alla prossima officina è possibile solo in misura limitata ed è rischiosa (e non raccomandata per motivi ambientali). Se ci si ferma a intervalli regolari e si ricarica con acqua, tuttavia, si può anche riuscire ad arrivare alla meta.

È possibile riparare un radiatore difettoso?

Se il refrigeratore dell’acqua perde, si può provare a riparare la perdita con una sigillatura del refrigeratore. Il compressore del radiatore a liquido viene riempito nel sistema di raffreddamento quando il motore è a temperatura di esercizio e spento. 

Importante 

Quando sono in temperatura,i sistemi di raffreddamento lavorano in pressione e devono essere aperti con molta attenzione e solo a motore spento..

Successivamente, lasciar girare il motore per dieci minuti con il tappo del radiatore chiuso e controllare la zona interessata. Naturalmente è possibile utilizzare più volte questo sigillante. Anche se il produttore dichiara che il suo prodotto non è dannoso per la pompa dell’acqua e lo scambiatore di calore, si dovrebbe sempre tenere presente che il sigillante è un additivo che normalmente non appartiene al sistema di raffreddamento. Negli ambienti professionali, questo tipo di riparazione non è mai considerato una riparazione completa.

Nota: Se si perde acqua di raffreddamento, rabboccare sempre con acqua distillata, poiché la normale acqua di rubinetto porta ad un maggior numero di depositi calcarei.

Consiglio 

Se c’è poco refrigerante, rabboccare sempre con acqua distillata, poiché la normale acqua di rubinetto porta ad un maggior numero di depositi calcarei.

Un altro metodo per riparare i radiatori è la saldatura. I radiatori ad acqua in alluminio di oggi possono essere saldati con relativa facilità utilizzando un processo di saldatura morbida, mentre i vecchi radiatori in ottone devono essere saldati a freddo con una saldatura d’argento. Prima di saldare, la zona deve essere leggermente irruvidita, ad es. con un velo abrasivo fine. Inoltre, va notato che il refrigeratore deve essere vuoto prima della saldatura e che l’alluminio nel punto da saldare deve essere preriscaldato a sufficienza. Altrimenti, un normale saldatore è sufficiente per il processo di saldatura dolce.

È possibile pulire un radiatore?

Il radiatore può essere pulito dall’esterno con un’idropulitrice. Nel fare ciò, si dovrebbe fare attenzione a non piegare le alette e non bagnare i componenti elettrici. Naturalmente, funziona meglio quando il radiatore viene smontato.

Dall’interno è possibile pulire il radiatore con un detergente per radiatori. Questo viene semplicemente aggiunto all’acqua di raffreddamento. Dopodiché bisogna portare il motore a temperatura di esercizio e lasciarlo raffreddare di nuovo per poter scaricare l’acqua di raffreddamento in modo sicuro. Successivamente il sistema di raffreddamento deve essere risciacquato tre volte con acqua pulita. Per fare ciò, il sistema di raffreddamento deve essere semplicemente riempito d’acqua, spurgato, riscaldato e nuovamente drenato. Il refrigerante deve essere sempre sufficientemente caldo da consentire l’apertura del termostato, altrimenti non è possibile sciacquare il radiatore con acqua e detergente. Dopo il lavaggio, il sistema di raffreddamento deve essere ricaricato con il corretto rapporto tra antigelo per radiatori e acqua distillata. 

Importante 

Sfiatare sempre correttamente il sistema, altrimenti si possono verificare danni al motore.

Sostituire il radiatore

Se il radiatore non può più essere sigillato o pulito, la sostituzione diventa inevitabile. Prima di sostituire il refrigeratore, è necessario chiarire due cose. 

La prima cosa da fare è scoprire se ci sono altri radiatori installati. Ogni veicolo dotato di impianto di climatizzazione è dotato anche di un radiatore dell’aria condizionata (condensatore dell’aria condizionata). Il radiatore dell’aria condizionata e il radiatore dell’acqua formano sempre un unico insieme. Inoltre, è possibile sia presente un radiatore dell’olio per il cambio automatico e/o per il servosterzo e/o per l’aspirazione. 

La seconda cosa da scoprire è come deve essere rimosso il radiatore. In linea di principio ci sono solo tre varianti.

Variante 1:Il radiatore viene rimosso nella parte anteriore. A tal fine è necessario rimuovere il paraurti anteriore e la protezione e, se presente, anche il condensatore dell’aria condizionata. Il condensatore dell’aria condizionata si trova sempre davanti al radiatore del refrigerante ed è spesso avvitato ad esso. Nella maggior parte dei casi il condensatore dell’aria condizionata deve essere rimosso e quindi anche il condensatore deve essere separato dal circuito del refrigerante. A tale scopo, il refrigerante deve essere aspirato in anticipo. Questo può essere fatto solo da persone con l’appropriato certificato di competenza.

Variante 2: Il radiatore viene rimosso dal vano motore. Spesso è la soluzione migliore. In sostanza, le carenature e il/i ventilatore/i devono essere rimossi. Con alcune auto, tuttavia, il paraurti e la protezione devono essere ancora rimossi in aggiunta, in modo da poter allentare e tirare in avanti il supporto della chiusura. Anche in questo caso i radiatori devono essere nuovamente separati, ma il circuito del refrigerante può rimanere chiuso.

Variante 3: Nel terzo e piuttosto raro caso il refrigeratore viene rimosso verso il basso. Il vantaggio è che basta allentare poche viti e carene. Lo svantaggio, tuttavia, è che bisogna sollevare la macchina un po’ più in alto rispetto a quando si cambiano i pneumatici e quindi una piattaforma di sollevamento è necessaria. Magari bastano due rampe; ma può succedere che siano così vicine tra loro che il radiatore non possa essere tirato fuori verso il basso.

Non appena vi sarete informati a sufficienza su come smontare il refrigeratore (ricerca su Internet, “How to” o “come smontare”) e avrete già acquistato un nuovo radiatore, si può iniziare. Fondamentalmente, il lavoro nel vano motore e sul sistema di raffreddamento è sempre più agevole e sicuro quando il motore è freddo. 

Materiale 

  1. Mettere l’auto in sicurezza in modo che non si muova ed aprire il cofano motore
  2. Posizionare la vaschetta di raccolta dell’acqua di raffreddamento sotto il motore
  3. Se necessario, scollegare i tubi flessibili dell’acqua di raffreddamento con fascette stringitubo (alcuni produttori lo specificano, ad es. se è installato un riscaldatore ausiliario, perché altrimenti lo sfiato sarà difficile).
  4. Scaricare l’acqua di raffreddamento. O si dispone di un tappo di scarico sul radiatore o si deve rimuovere il tubo dell’acqua di raffreddamento inferiore. Se si apre il coperchio del vaso di espansione, l’acqua può defluire meglio.
  5. Mettere da parte la vaschetta di sgocciolamento con l’acqua di raffreddamento e rimuovere il radiatore
  6. Prima dell’installazione, rimuovere accuratamente foglie e sporcizia dalle alette dei radiatori
  7. Installare il nuovo radiatore e rimontare il tutto in ordine inverso
  8. Riempire nuovamente il tutto con il refrigerante (nuovo o vecchio)
  9. L’ultimo e più importante passo è lo sfiato del sistema di raffreddamento. 

Nota: il refrigerante può essere smaltito in qualsiasidiscarica o in un punto di raccolta di sostanze inquinanti. Il vecchio refrigerante viene ridotto e filtrato e può essere rivenduto. Il refrigerante è quindi completamente riciclato,

Sfiatare il sistema di raffreddamento

In linea di principio, i sistemi di raffreddamento dei veicoli a motore dovrebbero essere autoventilanti. Ciò significa che il punto in cui l’acqua di raffreddamento viene riempita, cioè il serbatoio di espansione, è il punto più alto e l’aria può fuoriuscire durante il riempimento. Tuttavia, non tutto può sfuggire perché, tra l’altro, il termostato è ancora chiuso quando fa freddo. 

Alcuni sistemi di raffreddamento hanno ancora le cosiddette viti di sfiato. Queste viti di spurgo vengono avvitate o svitate prima del riempimento in modo che l’aria possa fuoriuscire attraverso di esse. Non appena l’acqua di raffreddamento fuoriesce, vengono richiusi. 

Il sistema di raffreddamento deve essere riempito fino al punto in cui il livello nel serbatoio di espansione è al massimo. Ora il serbatoio di espansione può essere chiuso e poi il motore può essere avviato. Mentre si lascia riscaldare il motore, si dovrebbe sempre tenere d’occhio l’indicazione della temperatura. Accendendo il riscaldamento, si può anche controllare se il circuito di raffreddamento è correttamente ventilato. Se il motore si riscalda secondo il display, ma il riscaldamento rimane freddo, probabilmente c’è ancora aria nel sistema. Il refrigerante deve diventare abbastanza caldo da aprire il termostato e fluire attraverso il grande circuito dell’acqua di raffreddamento.

Quando il radiatore e il riscaldatore si riscaldano e la visualizzazione della temperatura del refrigerante è nell’intervallo ottimale, tutto sembra essere adeguatamente ventilato. Ora si dovrebbe controllare nuovamente il livello dell’acqua di raffreddamento. Se il livello è inferiore al minimo, lasciare raffreddare il motore e poi rabboccare il liquido di raffreddamento. Le ultime bolle d’aria di solito spuntano solo durante un test drive. Ciò significa che si dovrebbe fare un giro di prova dopo ogni cambio di refrigerante e poi lasciare che l’auto si raffreddi completamente. È meglio lasciare l’auto durante la notte e riempire il refrigerante quando è freddo, in modo che sia tra il minimo e il massimo.

FAQ

Quanto costa un nuovo radiatore?

Per il radiatore stesso, si deve calcolare con 20 € a 200 €. Inoltre, è necessario pagare l’installazione e il nuovo refrigerante.

Più informazioni »
Comprare radiatore per auto Â»

Il radiatore deve essere cambiato regolarmente?

No, un radiatore non è una parte soggetta ad usura e non ha un intervallo di sostituzione.

Confronta i prezzi dei ricambi auto Â»

E’ meglio un radiatore a incastro meccanico o un radiatore saldato?

Non esiste una risposta generale a questa domanda. I radiatori saldati sono comunque più costosi e pesanti di quelli pressati.

Comprare radiatore per auto »

Si può saldare un radiatore che perde?

Sì, l’alluminio può anche essere saldato a caldo.

Comprare ricambi auto online Â»

Un sigillante può davvero sigillare il radiatore in modo sicuro?

Sì, questo può davvero funzionare per perdite minori. Ma non bisogna aspettarsi miracoli.

Comprare radiatore per auto »

Immagine: Matis75/Shutterstock.com


Esonero di responsabilità:

DAPARTO non è responsabile di eventuali lesioni o danni alle cose durante il processo di riparazione o sostituzione per un uso improprio o di un’interpretazione errata delle informazioni fornite. Le informazioni sono fornite a titolo puramente informativo e non possono sostituire uno specialista. DAPARTO non è responsabile per l’uso scorretto o pericoloso di attrezzature, utensili e pezzi di ricambio. DAPARTO raccomanda che tutte le riparazioni siano effettuate con cura e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.

4.7÷5 – (15 votes)